web analytics
15 broadcaster europei scelgono Akamai per lo streaming delle Olimpiadi 2012
Home | Events & Web Marketing | 15 broadcaster europei scelgono Akamai per lo streaming delle Olimpiadi 2012
Akamai

15 broadcaster europei scelgono Akamai per lo streaming delle Olimpiadi 2012

Francesco Russo

Consulente web e social media, content manager e blogger. Nel 2008 apro questo blog per osservare come la comunicazione stia cambiando con i social media

Le Olimpiadi 2012 ormai sono alle porte e 15 broadcaster europei scelgono Akamai per lo streaming dei Giochi Olimpici online. Akamai supporterà l’erogazione live e on-demand delle numerose sessioni di gara: oltre un miliardo di utenti attesi su smartphone e tablet

AkamaiAkamai Technologies, Inc. (quotata in borsa a Wall Street, NASDAQ: AKAM) la principale piattaforma cloud che consente di offrire agli utenti un’esperienza online sicura e a elevate prestazioni, in qualunque parte del mondo e su ogni dispositivo, supporterà 15 tra i maggiori broadcaster europei – tra cui RTVE, in Spagna – in occasione dei trentesimi Giochi Olimpici. Attraverso l’Akamai Intelligent Platform, la piattaforma altamente distribuita che gestisce fino al 30% del traffico web globale, Akamai si occuperà di garantire una perfetta fruizione live e on-demand delle numerose sessioni di gara previste. Proprio il web sarà il protagonista delle prossime Olimpiadi: secondo un’indagine eMarketer, oltre un miliardo di spettatori si prepara infatti a seguire i Giochi su dispositivi digitali – PC, smartphone e tablet – un dato che non sorprende, se consideriamo la progressiva migrazione di contenuti video su piattaforme online e il conseguente boom delle web TV. Ancor più forte sarà l’impatto dei social network, su cui miliardi di utenti animeranno il dibattito olimpico, commentando le gare e aggiornandosi sul medagliere in tempo reale.

Spiega Stuart Cleary, EMEA Media Product Director, Akamai:

L’evoluzione dei dispositivi presenta numerose opportunità per i broadcaster, ma comporta anche nuove sfide: gli utenti odierni si aspettano di poter accedere ai Giochi in ogni momento e ricercano un’esperienza di alta qualità, indipendentemente dal dispositivo che utilizzano. Da oltre un anno, Akamai lavora a stretto contatto con i broadcaster per permettere loro di erogare un servizio ineccepibile sotto tutti i punti di vista: hardware, software, sicurezza e trasmissione multi-device”.

Per Akamai, non si tratta della prima esperienza a supporto della trasmissione online di grandi eventi sportivi: in passato, ad esempio, l’azienda aveva seguito le Olimpiadi di Pechino, quelle di Vancouver e la Coppa del Mondo FIFA in Sudafrica. Veterani del settore dunque, ma anche pionieri dell’innovazione: negli anni, Akamai ha infatti migliorato costantemente la propria offerta adattandola ai mutamenti tecnologici e comportamentali in corso.

Enhanced by Zemanta

About Francesco Russo

Consulente web e social media, content manager e blogger. Nel 2008 apro questo blog per osservare come la comunicazione stia cambiando con i social media

Leggi anche

super bowl 50 2016

Il Super Bowl 50 tra tweet e spot televisivi – #SB50

Il Super Bowl è ormai uno degli eventi attesi dell'anno, non solo dal punto di vista sportivo ma anche dal punto di vista del Marketing. Il match che ha visto prevalere i Denver Broncos sui Carolina Panthers ha totalizzato oltre 5 milioni di tweet e l'half-time è stato il momento più condiviso con Beyoncé la più citata. E vediamo quali sono stati gli spot più belli della serata.

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *