buzzoole code Facebook lancia le notizie sponsorizzate
Home | Events & Web Marketing | Facebook lancia le notizie sponsorizzate
Notizie sponsorizzate su Facebook

Facebook lancia le notizie sponsorizzate

Facebook continua a lanciare novità e adesso l’ultima riguarda la pubblicità sul sito. Facebook Ads lancia infatti le notizie sponsorizzate, ossia un post in cui è menzionata una data azienda. Una nuova sfida lanciata da Facebook sul terreno più difficile. E tutte le notizie saranno mirate

Notizie sponsorizzate su Facebook

Facebook lancia le notizie sponsorizzate, ossia post in cui è menzionata un’azienda resi visibili solo agli utenti potenzialmente interessati alle attività di quella azienda. Facebook Ads da oggi spiega come si presenteranno le notizie sponsorizzate, trovate sulla vostra home in alto un messaggio che vi invita ad approfondire sulla pagina dedicata, dove sono spiegate tutte le modalità. Facebook fa una premessa, dicendo che la pubblicità mantiene il servizio ancora gratuito, circa un miliardo di dollari l’anno sarebbe il costo per mantenere in piedi tutte le attività. E quindi, si deve cercare un modo per far si che la pubblicità ci sia, ma che non sia troppo invadente, come chiede la gran parte degli utenti. Da quello che scrive Facebook, pare che un equilibrio sia stato trovato con questa modalità. Ma vediamo come funzionano le notizie sponsorizzate.

Innanzitutto c’è da fare una distinzione tra notizie sponsorizzate e e le stesse inserzioni su facebook. Mentre quest’ultime sono degli spazi pubblicitari semplici, con in bella vista il nome dell’azienda, oppure anche un semplice “mi piace” sulla fanpage di un’azienda può essere associato ad un’inserzione, le notizie sponsorizzate sono dei post in cui viene menzionata l’azienda e non una descrizione di quello che fa, non contenente messaggi pubblicitari. Insomma dei veri post sponsorizzati dove si parla di un argomento e si nomina un’azienda in quel dato contesto.

Ovviamente ci si chiede chi le leggerà e quante saranno ogni giorno a tempestare la bacheca di ciascun utente? Pare che la cosa sarà molto più sempli del previsto. Per non essere troppo invasiva, non saranno tanti e sarà possibile rimuoverli semplicemente premendo la “x” di elimina. E chi saranno i destinatari? Tutte quelle persone che dimostrano, dal loro profilo, dalle conversazioni, insomma dalle notizie raccolte su facebook, un certo interesse per questa o quella attività.

Facebook si affretta a spiegare che non è vendita dei dati personali, ma semplicemente i profili sono individuati secondo quello che condividono. Più sei una persona a cui piace conversare, condividere e più sei individuabile come soggetto destinatario di pubblicità. In parole semplici, questo sarebbe il senso più o meno.

E voi che ne pensate? Vi piace l’idea delle notizie sponsorizzate?

About Francesco Russo

Consulente web e social media, content manager e blogger. Nel 2008 apro questo blog per osservare come la comunicazione stia cambiando nell'era dei social media

Leggi anche

2pay-cover

2Pay, il mobile payment del futuro. Intervista a Daniele Bernardi

Intervista a Daniele Bernardi, co-founder di 2Pay, che ci ha raccontato come è nato 2Pay, nuovo sistema di mobile payment che permette di effettuare transazioni a distanza e in prossimità, in tempo reale. "Crediamo di essere riusciti a creare qualcosa di realmente innovativo e dirompente".

Lascia un commento

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>