web analytics
Google lancia il bottone +1, non solo condivisione
Home | Events & Web Marketing | Google lancia il bottone +1, non solo condivisione
Google +1

Google lancia il bottone +1, non solo condivisione

Franz Russo

Consulente web e social media, content manager e blogger. Nel 2008 apro questo blog per osservare come la comunicazione stia cambiando con i social media

E’ sicuramente l’argomento che sta destando più curiosità e attenzione sulla rete in questi giorni. Se ne parlava da tempo, ma è ufficiale adesso che Google lancia il bottone +1, per conoscere agli altri cosa ti piace. Forse non è una grande novità, ma vediamo come funziona

Google +1L’attenzione su ciò che produce di nuovo Google è sempre alta, specie quando si tratta di funzionalità social, un campo su cui Google ha già investito molto in passato, con poco successo per la verità. Quindi, anche Google da oggi ha il suo bottone +1, un modo semplice e intuitivo di condividere con gli altri i contenuti che ritieni interessanti. Forse non è una grande novità, ma la notizia è che anche Google si allinea con quello che già fa Facebook da tempo e con quello che fa, da pochi giorni anche Twitter col bottone Follow di cui vi abbiamo già parlato, mettendo in condizioni gli utenti di condividere contenuti in maniera semplice e rapida i contenuti più interessanti. Ma come funziona Google +1?

Google +1 non è complicato e si prevede possa avere avrà un grande impatto sui risultati di ricerca nel tempo, così come sarà importante anche il bottone diffuso attraverso il sito e blog in tutto il mondo. Google ha lanciato il bottone +1 in collaborazione con quelli che sono consdierati i più importanti siti web come il sito del Washington Post e Best Buy o come i blog Huffington Post e Mashable.

Come dicevo all’inizio, la notizia che sta ormai su tutti i siti è proprio questa nuova iniziativa che è stata lanciata in contemporanea con nuovo bottone Follow di Twitter. Bene, da quello che si sa fino a questo momento, +1 risulta essere lo strumento più utilizzato anche più del bottone Follow di Twitter. Ovviamente gioca a favore il fattore novità, tutti vogliono sapere come funziona, ma anche vederlo all’opera. La cosa più interessante sarà vedere se questo trend resisterà anche dopo, perchè non è la prima volta che a Google succede una cosa simile, salvo poi bruciarsi nel giro di pochi giorni.

Altra grande novità interessante è che il bottone +1 figurerà anche nei risultati di ricerca. Quindi dopo avere effettuato la vostra ricerca su Google, vedrete comparire di fianco al risultato il bottoncino, questo sicuramente influirà sulla scelta dei risultati da visualizzare.

Una considerazione importante va fatta sulla condivisione dei contenuti attraverso +1. Google stessa nelle FAQ dice che un “contenuto consigliato da amici e conoscenti è spesso più importante di un contenuto condiviso da sconosciuti(…) le condivisioni col bottone +1 da parte di amici e contatti possono essere un segnale utile a Google per determinare la rilevanza della pagina per eseguire una query di un utente“. Inoltre Google, sul proprio blog ufficiale che +1 sarà utile anche al fine di calcolare il ranking organico di ricerca.

Insomma, +1 non è un semplice bottone, ma è qualcosa di più. Quindi prevedo, almeno questa volta, che Google non si sia buttata per caso in questo settore, ma che sia uno strumento utile per organizzare anche i risultati di ricerca. E tutti sappiamo quanto è importante questo aspetto.

Se volete aggiungere anche voi il bottone sul vostro sito, andate sulla vostra area Wbmaster del vostro profilo su Google, qui.

About Franz Russo

Consulente web e social media, content manager e blogger. Nel 2008 apro questo blog per osservare come la comunicazione stia cambiando con i social media

Leggi anche

festa della rete 2016

Ecco i vincitori dei Macchianera Awards alla Festa della Rete 2016

La Festa della Rete 2016 ha cambiato location, non più Rimini ma Milano, presso l'Università IULM. Un evento che, giunto all'undicesima edizione, premia chi si è meglio distinto sul web, e non solo, con i Macchianera Awards. Miglior Influencer 2016 è Enrico Mentana, miglior tweeter è Fiorello.

Condividi la tua opinione

Lascia un commento

Send this to friend