web analytics
Home | Events & Web Marketing | Londra 2012, il Salto con l’Asta nel doodle di Google
Google doodle - Londra 2012 Salto con l'Asta

Londra 2012, il Salto con l’Asta nel doodle di Google

E siamo arrivati al 9° doodle che Google dedica alle Olimpiadi di Londra 2012. Dopo quello dedicato al Lancio del Peso di ieri che ha aperto le gare dell’Atletica Leggera, ecco oggi dedicarlo al Salto con l’Asta. Infatti oggi inizia la gara femminile dove c’è grande attesa per Elena Isinbaeva e pare che la donna del doodle sia proprio lei

Google doodle - Londra 2012 Salto con l'Asta

E’ molto probabile che da qui alla fine dei Giochi Olimpici di Londra 2012 Google continui a dedicare doodle all’Atletica Leggera e infatti dopo quello dedicato ieri al Lancio del Peso, gara che ha aperto l’inizio della disciplina regina dei Giochi, ecco oggi che il doodle è per il Salto con l’Asta, proprio nel giorno in cui si apre con la gara femminile. E non è forse un caso che nel doodle sia ritratta proprio una donna ed è lecito pensare che quella donna sia Elena Isinbaeva, la trentenne atleta russa, molto attesa, pluripremiata, già campionessa olimpica, fino ad ora l’unica donna ad aver rotto il muro dei 5 metri. Suo infatti è il record del mondo attuale, 5, 06m.

Elena-Isinbaeva

Il Salto con l’Asta è sicuramente una di quelle discipline che negli ultimi anni ha conosciuto progressi straordinari, campioni come Sergey Bubka, con le sue grandi imprese, il primo uomo a superare i 6 metri e poi più volte superati, ha sicuramente dato un grande impulso. Nell’antchità, il Salto con l’Asta veniva praticato da greci e cretesi ma solo in contesti bellici, per superare ostacoli o fossati.

Comunque ci sono testimonianze della pratica di questo sport in Europa già dalla fine del ‘700. E comunque è presente come disciplina olimpica sin dal 1896. Di sicuro è uno degli sport più tecnici.

Anche questa volta non ci saranno atleti azzurri, nemmeno nella fase di qualificazione.

About Francesco Russo

Consulente web e social media, content manager e blogger. Nel 2008 apro questo blog per osservare come la comunicazione stia cambiando nell'era dei social media

Leggi anche

creatività-stress - franzrusso.it 2015

Gestire lo stress per ritrovare la creatività

Lo conferma anche l’American Psichological Association: lo stress, raggiunti certi livelli, blocca la creatività. In particolar modo, per chi lavora sul Web e sui canali Social, dove l’overload di notizie da monitorare e la velocità della comunicazione è pressante. Tuttavia lo Stress non è sempre negativo e, addirittura, può diventare un’ottima risorsa. E’ necessario imparare a gestirlo perché si tramuti in nuova energia creativa e emotiva.

Lascia un commento

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>