buzzoole code Nuovo forte terremoto in Emilia, ma su Twitter c'è chi scherza
Home | Events & Web Marketing | Nuovo forte terremoto in Emilia, ma su Twitter c’è chi scherza
Brux Sport scherza su Twitter sul terremoto

Nuovo forte terremoto in Emilia, ma su Twitter c’è chi scherza

Mattina drammatica in Emilia, una nuova scossa alle 9,00, 5,8 di magnitudo, ha sconvolto la popolazione emiliana delle provincie di Modena, Ferrara e Bologna, già sofferenti del terremoto del 20 maggio scorso. Ma su twitter qualcuno ha pensato di scherzarci sopra, come Groupalia, Brux Sport e Prenotable

Brux Sport  scherza su Twitter sul terremoto

E’ davvero il caso di dire che l’idiozia non ha limite e che di idioti c’è pieno. Ma quello che è successo stamattina è davvero molto grave. Aziende, e non semplici cittadini, che provano a fare promozione approfittando di un momento drammatico come il terremoto di stamane che ha provocato 8 morti, crolli e danni ingenti nelle zone già duramente colpite dal terremoto del 20 maggio scorso. Ma per Groupalia, Brux Sport e anche Prenotable questa è una ghiotta occasione per scherzarci su.

Triste, davvero triste. Basterebbe riflettere un attimo su quello che si sta scrivendo per evitare una figuraccia vergognosa come questa. Ma a quanto pare non se ne curano. Ad onor di cronaca al momento solo Groupalia ha riparato alla figuraccia con tweet di scuse. Basterà?

Nel momento in cui scriviamo arriva il tweet di scuse anche di Prenotable. Tardi ma arriva.

Prenotable scherza sul terremoto su Twitter

Update

Anche da Brux arrivano le scuse, tardive

Brux Sport  terremoto scuse

About Francesco Russo

Consulente web e social media, content manager e blogger. Nel 2008 apro questo blog per osservare come la comunicazione stia cambiando nell'era dei social media

Leggi anche

accordo-twitter-google

Google comincia ad indicizzare i tweet su Mobile

Quello che si diceva a febbraio, quando si seppe dell'accordo tra Twitter e Google per indicizzare i tweet all'interno del più grande motore di ricerca del web, adesso ha conferme ufficiali. Da oggi i tweet verranno visualizzati tra i risultati di ricerca, ma per ora solo quelli in lingua inglese e solo su mobile.

Lascia un commento

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>