web analytics
Twago vince il Diversity Prize 2011
Home | Events & Web Marketing | Twago vince il Diversity Prize 2011
Twago - logo

Twago vince il Diversity Prize 2011

Franz Russo

Consulente web e social media, content manager e blogger. Nel 2008 apro questo blog per osservare come la comunicazione stia cambiando con i social media

La startup di Berlino Twago vince il premio Diversity Prize 2011 insieme alla Cancelliera Angela Merkel per il loro ruolo in favore dell’interzionalità e delle pari opportunità.

Ci eravamo già occupati di twago un pò di tempo fa parlando di outsourcing e di come il servizio che viene offerto sia un bell’esempio di questa modalità di lavoro che serve in caso di difficoltà strutturali o più semplicemente per favorire un rapido contatto tra aziende e professionisti. E siamo ben lieti di farvi sapere che twago ha vinto il primo “Diversity Prize“ per l’internazionalità e le pari opportunità – indetto da McKinsey, Henkel e dal giornale economico tedesco “WirtschaftsWoche“- è stato assegnato la sera del 14 Novembre a Neuss (Germania). In occasione di un Galà con 200 ospiti del mondo economico, politico e culturale, la startup berlinese twago, nata solo due anni fa, è stata premiata assieme alla Cancelliera Angela Merkel e ad aziende come Google e la BASF. twago ha ricevuto il “Diversity Prize 2011” come datore di lavoro più internazionale e più attento alle pari opportunità. La serata è stata presentata dalla presentatrice televisiva tedesca Barbara Schöneberger.

Con il premio sono stati premiati datori di lavoro, singole personalità e progetti innovativi che agiscono con successo per una cultura del lavoro dell’internazionalità e delle pari opportunità. La premiazione di twago è ancora più significativa se si guarda quali celebri aziende erano in competizione nello stesso campo.

Consegna premio Diversity Prize (da sinistra, Bernhard Mattes, Amministratore Delegato Ford, Barbara Schöneberger, Gunnar Berning, CEO twago, Frank Kohl-Boas, Head of HR Google DACH)Siamo davvero fieri che una start up come la nostra abbia vinto un premio così prestigioso”, ha detto Gunnar Berning, fondatore di twago. “I 36 membri del Team di twago vengono da 11 paesi differenti. Sia il management che il personale sono formati al 50% da donne. “Per noi internazionalità e pari opportunità non sono una questione di quote. Per noi sono un investimento che ci rende vincenti. Abbiamo bisogno del migliore team possibile per mantenere costante la nostra crescita mensile del 27%. Non importa quindi se questo team è formato da donne o uomini, russi, spagnoli, italiani o messicani”, ha spiegato Berning. “Noi non parliamo di internazionalità o pari opportunità, noi le viviamo” ha aggiunto Berning, riferendosi alle attuali discussioni politiche sul tema in Europa.

I premi sono stati assegnati per quattro categorie: Azienda, Brand-Company, Personalità e Progetti. La giuria era composta da Frank-Mattern – Head di McKinsey Germany, Kasper Rorsted – CEO di Henkel, Prof. Dr. Rita Süssmuth – ex Presidente del Bundestag e Roland Tichy – Redattore Capo della „WirtschaftsWoche“. Una giuria che è stata convinta del concept di twago. “Sostenere l’internazionalità e le pari opportunità non è un gesto carino, è invece un modo intelligente per raggiungere il successo aziendale”, ha commentato Roland Tichy.

Ricordiamo che twago è la più grande piattaforma europea d’intermediazione per lavoro online. twago aiuta imprenditori, start-up, piccole e medie imprese a trovare professionisti freelance nel settore della programmazione, del graphic e web design, e dei servizi. I freelance sono esperti qualificati e aziende di ogni dimensione che operano da qualsiasi località del mondo.

Attualmente twago offre accesso a più di 125.000 esperti di 161 paesi differenti. twago è stata fondata nel 2009 e offre oggi piattaforme in lingua italiana, inglese, tedesca e spagnola.

Per maggiori informazioni e materiale approfondito, visitate twago.it

About Franz Russo

Consulente web e social media, content manager e blogger. Nel 2008 apro questo blog per osservare come la comunicazione stia cambiando con i social media

Leggi anche

festa della rete 2016

Ecco i vincitori dei Macchianera Awards alla Festa della Rete 2016

La Festa della Rete 2016 ha cambiato location, non più Rimini ma Milano, presso l'Università IULM. Un evento che, giunto all'undicesima edizione, premia chi si è meglio distinto sul web, e non solo, con i Macchianera Awards. Miglior Influencer 2016 è Enrico Mentana, miglior tweeter è Fiorello.

Condividi la tua opinione

Lascia un commento

Send this to friend