buzzoole code Twitter e gli account verificati (o quasi). Il caso Murdoch
Home | Events & Web Marketing | Twitter e gli account verificati (o quasi). Il caso Murdoch

About Francesco Russo

Consulente web e social media, content manager e blogger. Nel 2008 apro questo blog per osservare come la comunicazione stia cambiando nell'era dei social media

Leggi anche

twitter-commenti-android

La possibilità di commentare i tweet arriva anche su Android

Ad una settimana esatta dal lancio della nuova nuova funzionalità per iOS che permette, oltre al ritweet, anche di commentare i tweet, ecco che la possibilità da oggi viene estesa anche per Android. Una volta aggiornata da Play Store l'app, per ogni tweet vedrete "Ritwitta" oppure "Cita il Tweet"

Lascia un commento

6 commenti

  1. Era stato un portavoce della stessa News Corporation a confermare l’autenticità dell’account (fonte: Guardian).
    La domanda dovrebbe essere: ma marito e moglie si parlano? E Murdoch con i propri portavoce? E Murdoch col suo amico Dorsey?
    Oppure c’è dell’altro?

  2. Intanto ti ringrazio per le precisazioni che sinceramente lasciano ancora più stupiti! Il portavoce dell’azienda del marito che garantisce l’account della moglie che invece è fasullo, sembra quasi una barzelletta ma è vero! Ha dell’incredibile già questo anche se non sono poi così convinto  dell’idea dell’operazione riparatrice, ma forse hai ragione tu.
    Altro fatto, che aggiunge dell’incredibile, è che anche Twitter cade nel tranello e se seguo la tua strada, Twitter sarebbe stato al gioco. Non trovi, come nei fatti è accaduto, che sia stata una mossa un pò rischiosa? A tal punto che adesso si arriva a dubitare come faccia twitter a verificare gli account? Il mistero si infittisce…

  3. Sembra fanta-socialmedia. D’altronde, Dorsey è amico stretto di Murdoch, quindi qualche sospetto viene…

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>