web analytics
Home | Events & Web Marketing | Wwworkers, ecco i 10 punti per la futura classe politica
wwworkers_logo

Wwworkers, ecco i 10 punti per la futura classe politica

Francesco Russo

Consulente web e social media, content manager e blogger. Nel 2008 apro questo blog per osservare come la comunicazione stia cambiando con i social media

Nell’ultimo Hangout il manifesto dei lavoratori della rete con le 10 azioni richieste alla futura classe politica. Partecipano Anna Masera, Ivana Pais, Daniele Vulpi e i wwworkers italiani. Modera l’incontro Giampaolo Colletti, fondatore Wwworkers.it. #wwworkers l’hashtag per twittare in diretta

Wwworkers.it, la community che aggrega migliaia di lavoratori italiani della rete, ospita l’ultimo appuntamento con gli Hangout pre-elettorali che hanno visto lavoratori digitali, influencer e politici a confronto sui temi del lavoro e delle nuove tecnologie.

Domani, martedì 19 febbraio, alle ore 11 i lavoratori italiani della rete presenteranno in Diretta a Rete Unificata il manifesto delle 10 azioni richieste dai wwworkers alla futura classe politica per promuovere il lavoro di coloro che operano in contesti digitali. Parteciperanno Anna Masera (La Stampa), Ivana Pais (la Nuvola del Lavoro – Corriere.it), Daniele Vulpi (Repubblica.it) e i wwworkers italiani. Modererà Giampaolo Colletti, fondatore di Wwworkers.it.

L’appuntamento sarà trasmesso in Diretta a Rete Unificata – grazie al servizio “Hangout in diretta”, il videoritrovo di Google+ – su Wwworkers.itqui sul nostro blog, su Altratv.tv  e sulle web tv e i media digitali mappati dal network. In live streaming anche sui grandi network editoriali. #wwworkers l’hashtag per twittare in diretta.

Il manifesto conterrà la sintesi delle proposte arrivate dai lavoratori digitali, da inizio gennaio ad oggi, attraverso la piattaforma Wwworkers.it. A questo link il video di lancio dell’iniziativa. Rappresentanza, welfare, fisco e incentivi, infrastrutture, nuovi luoghi e modelli di lavoro, internazionalizzazione, semplificazione normativa le aree di intervento individuate.

Sono migliaia gli imprenditori e i professionisti che operano con le nuove tecnologie e gli artigiani e commercianti che approdano online per vendere anche all’estero e internazionalizzare l’impresa. Le professioni mappate non implicano necessariamente un uso evoluto e tecnologicamente avanzato della rete. Spesso si tratta di mestieri artigiani o attività tradizionali che grazie alla rete ampliano occasioni di business e incrementano il posizionamento e la visibilità. Su Wwworkers.it ogni giorno le storie di successo dei lavoratori italiani della rete, la mappa delle nuove professioni e i trend legati alle economie della rete.

Wwworkers è un progetto sostenuto da Google e in media-partnership con Nòva24, Rainews e Metro.

About Francesco Russo

Consulente web e social media, content manager e blogger. Nel 2008 apro questo blog per osservare come la comunicazione stia cambiando con i social media

Leggi anche

Albero-della-Vita_Expo-2015

Expo 2015 e Social Media, a giugno buzz in calo ma il sentiment resta positivo

Continua il nostro viaggio alla scoperta di come i Social Media vivono Expo 2015 in corso a Milano. Dopo i dati molto positivi diffusi dall’Osservatorio Expo 2015 Milano di Blogmeter il mese scorso, a giugno con i nuovi dati continua il trend positivo rispetto al sentiment che genera la manifestazione, anche se è in calo il buzz

Lascia un commento

Un commento

  1. come per i “pirati” in Germania, io un partito wwworkers italiano lo voterei. Se lasciamo l’iniziativa in mano a persone non informate, che non sono addentro alla questione e che non rischiano nulla di suo ma si appoggiano ad altri per tornaconto personale, sicuramente tutto si trasformerà nel solito fail all’italiana.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Condividi il post su