web analytics
Lenovo e Google: partnership per il nuovo dispositivo Project Tango
Home | Mobile Tech | Lenovo e Google: partnership per il nuovo dispositivo Project Tango

Lenovo e Google: partnership per il nuovo dispositivo Project Tango

Francesco Russo

Consulente web e social media, content manager e blogger. Nel 2008 apro questo blog per osservare come la comunicazione stia cambiando con i social media

Lenovo e Google annunciano una nuova partnership per lo sviluppo del primo device “Project Tango”, la tecnologia che consente al dispositivo mobile di “navigare” l’ambiente fisico così come avviene per l’essere umano. L’annuncio è stato fatto in occasione del CES 2016 di Las Vegas e il dispositivo sarà disponibile dalla prossima estate.

In occasione di CES 2016 di Las Vegas, Lenovo ha annunciato di essere impegnata nello sviluppo del primo dispositivo mobile con “Project Tango“, in collaborazione con Google. Il nuovo smartphone, basato su processore Qualcomm® Snapdragon™, sarà disponibile dalla prossima estate e trasforma lo schermo in una sorta di finestra magica in grado di sovrapporre informazioni digitali e oggetti del mondo reale.

Lenovo e Google, insieme a Qualcomm Technologies, stanno lavorando in collaborazione per ottimizzare il software e l’hardware allo scopo di mettere a disposizione degli utenti il meglio di “Project Tango“.

Google Project Tango è una piattaforma tecnologica che utilizza una computer vision avanzata, dei sensori di profondità e dei rilevatori di movimento per creare un’esperienza di visione sullo schermo in 3D e consentire così agli utenti di esplorare, attraverso il proprio dispositivo, l’ambiente fisico che li circonda.

Lenovo Project Tango Google

Si tratta di una combinazione di hardware e software specifici che permette al dispositivo di reagire ad ogni movimento dell’utente, sia che faccia un passo avanti, indietro o di lato. Gli sviluppatori di app possono ad esempio trasformare la nostra casa nel livello di un gioco o creare una finestra magica verso ambienti di realtà aumentata e virtuale. Inoltre, i dispositivi Project Tango possono riconoscere i luoghi in cui sono già stati, come ad esempio il salotto di un’abitazione, un ufficio, o anche un luogo pubblico.

Il sistema di rilevamento del movimento di Project Tango, a differenza dei sistemi basati su GPS, funziona in luoghi chiusi e permette di esplorare in modo preciso un centro commerciale, o perfino di trovare un determinato oggetto in uno specifico negozio. Utilizzando il sensore integrato, i dispositivi Project Tango possono poi catturare le dimensioni 3D della stanza, fornendo così, ad esempio, misure utili per scegliere nuovi mobili o complementi d’arredo.

Per emergere nei mercati tablet e smartphone, oggi sempre più competitivi, è necessario correre qualche rischio nella ricerca e sviluppo e alzare l’asticella dell’innovazione. E’ il solo modo per cambiare davvero il modo in cui le persone utilizzano la tecnologia mobile” commenta Chen Xudong, senior vice president e president, Mobile Business Group, Lenovo. “Insieme a Google, stiamo rivoluzionando il modo di lavorare a progetti hardware e software, rompendo alcune barriere prima esistenti tra i due elementi. Trasformare la nostra visione condivisa in realtà darà vita a un’esperienza di prodotto olistica, che catturerà l’immaginazione degli utenti moderni.”

Con Project Tango, lo smartphone diventa una finestra magica sull’ambiente fisico che ci circonda, offrendo la possibilità di percepire lo spazio e il movimento che vanno oltre ai limiti dello schermo touch” aggiunge Johnny Lee, Project Tango Lead, Google. “Lavorando con Lenovo, saremo in grado di rendere Project Tango più accessibile a utenti e sviluppatori ovunque nel mondo per poter creare e beneficiare di nuove esperienze che uniscono il mondo virtuale e quello reale”.

E nell’ambito di questa partnership, Lenovo ha invitato gli sviluppatori a supportare la crescita dell’ecosistema di app basate su Project Tango. Questo progetto è infatti caratterizzato da potenzialità tecnologiche che offrono agli sviluppatori la possibilità di sviluppare app fino ad oggi inimmaginabili.

Collegandosi a questa pagina, gli sviluppatori potranno sottoporre le proprie idee e, se la loro proposta sarà selezionata, potranno conquistare l’opportunità di vedere la propria app integrata nei nuovi smartphone Lenovo. Quindi, se siete degli sviluppatori vi invitiamo a farlo subito, anche perchè avete tempo fino al prossimo 15 febbraio 2016 per proporre la vostra idea. E il Project Tango Tablet Development Kit può essere acquistato su Google Store.

Qualora foste interessati, per avere tutte le informazioni, le linee guida e i criteri di valutazione, vi invitiamo a consultare questo link: g.co/ProjectTango/AppIncubator.

About Francesco Russo

Consulente web e social media, content manager e blogger. Nel 2008 apro questo blog per osservare come la comunicazione stia cambiando con i social media

Leggi anche

grabme

GrabMe, la #AppPerLadri che ti localizza

Si chiama GrabMe, l'#AppPerLadri consente di intercettare tutte le informazioni pubbliche sui social e sulla rete andando a mappare chek-in e le localizzazioni attive dei social.

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *