web analytics
giovedì, 24 aprile, 2014
Latest Posts
Home | Events & Web Marketing | Il doodle di Google in onore di Gustav Klimt
Il doodle di Google in onore di Gustav Klimt

Il doodle di Google in onore di Gustav Klimt

Grande omaggio da parte di Google a uno dei più celebri pittori. Il doodle oggi è per Gustav Klimt, in occasione dei 150 anni dalla sua nascita, dove è rappresentato uno dei suoi dipinti più celebri, Il Bacio

Google-doodle-Klimt - Il Bacio

Elegante doodle quello che troviamo sulla homepage di Google. E’ per celebrare i 150 anni dalla nascita del grande pittore austriaco Gustav Klimt. Il doodle si ispira a uno dei quadri più celebri, Il Bacio.

Klimt è nato il 14 luglio 1862 a Vienna, figlio di un orafo e ha trascorso gran parte della sua infanzia in povertà. Ha avuto comunque la possibilità di formarsi presso la Scuola di Arti Decorative di Vienna, dimostrando da subito al predilezione per l’oro, argento e marmo nelle sue creazioni, ma non tutti i suoi clienti potevano permettersi le sue creazioni costosi.

Ma c’è un aspetto che va sottolineato, quindi non solo artistico, ed è il fatto che Klimt è uno dei pochi artisti che ha permesso ad altri di produrre le sue opere, di fatto aumentando il suo impatto e il suo nome. Una grande mossa di marketing, non c’è che dire.

Grande rappresentatnte dell’Art Noveau, lo stile Liberty, è stato diverse volte anche in Italia, a Ravenna, per conoscere meglio l’arte dei Mosaici, aspetto che traspare in molte sue opere.

danae - KlimtIn molte delle sue opere compaiono donne nude, la donna occupa un posto decisamente importante anche nella sua vita, come appunto in Danae, fecondata nel sonno da Zeus, trasformatosi in pioggia d’oro. L’artista rinuncia alla consueta struttura verticale a favore di uno sviluppo ellittico. La donna è rappresentata rannicchiata in primo piano, ripiegata su sé stessa, avvolta in una forma circolare, che rimanda alla maternità e alla fertilità universale. Serenità e pace si leggono sul volto e nella posizione fetale della donna. Klimt la realizzò su pergamena, utilizzando acquerello, tempera, foglia d’oro e d’argento e chiese al fratello Georg, come in altri casi, di lavorare a sbalzo una cornice in argento cesellato (fonte: Lega Nerd)

Klimt muore per un colpo apoplettico dal quale non si riprenderà, a Vienna, all’età di 56 anni, il 6 febbraio del 1918. La sua tomba si trova al cimitero di Hietzing.

In occasione dei 150 anni dalla nascita, si terrà una mostra temporanea su Klimt al Wien Museum, Karlsplatz: dal 16 maggio al 16 settembre 2012. Con oltre 400 opere, il Wien Museum possiede il più vasto patrimonio al mondo di disegni realizzati da Gustav Klimt. Nel contesto delle celebrazioni per i 150 anni dalla nascita, la collezione viene completamente esposta al pubblico per la prima volta. 

About Francesco Russo

Consulente web e social media, content manager e blogger. Nel 2008 apro questo blog per osservare come la comunicazione stia cambiando nell'era dei social media

Lascia un commento

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>