web analytics
Macchianera Italian Awards 2013, ecco i vincitori #MIA13
Home | Events & Web Marketing | Macchianera Italian Awards 2013, ecco i vincitori #MIA13

Macchianera Italian Awards 2013, ecco i vincitori #MIA13

Franz Russo

Consulente web e social media, content manager e blogger. Nel 2008 apro questo blog per osservare come la comunicazione stia cambiando con i social media

Macchianera-italian-awards-2013

Macchianera Italian Awards 2013, alla fine di una giornata piena di eventi alla Blogfest 2013, dopo i Tweet Awards 2013, ecco quelli che sono stati ormai definiti gli Oscar del Web Italiano, #MIA13. Miglior Sito è quello de “Il Fatto Quotidiano”, ma il premio come Miglior Personaggio va a Papa Francesco che supera addirittura Fiorello

Giornata di premiazioni per il web italiano. Dopo la premiazione dei Tweet Awards 2013, sempre ieri sera sono stati consegnati quelli che ormai vengono definiti come gli Oscar del Web Italiano, ossia i Macchianera Italian Award 2013. E la grande sorpresa è che il Miglior Personaggio della Rete Italiano è stato eletto, votato dagli utenti web, Papa Francesco superando persino un personaggio come Fiorello. Un risultato che sorprende ma che rispecchia certamente il grande momento di notorietà del Papa che nel giro di sei mesi è già entrato nel cuore dei fedeli, ma non solo. Papa Bergoglio ha preso in eredità da Papa Benedetto XVI l’account twitter @pontifex, aperto a dicembre 2012, e attraverso questo ha saputo comunicare e trasmettere i suoi messaggi che hanno riscosso sempre grande attenzione. A lui sono andati il 32% dei voti, a Fiorello il 23%, evidentemente i più votati. 

Ma vediamo adesso tutti i premi:

Miglior Personaggio: Papa Francesco

Miglior Sito: Il Fatto Quotidiano

Miglior Sito Italiano di Informazione: Ansa.it

Miglior Sito di Satira: Spinoza

Miglior Community: Alfemminile

Miglior Articolo (5 buone ragioni per non votare Grillo): Quitthedoner

Miglior Campagna Pubblicitaria: Coca Cola

Miglior Brand: Nutella

Miss Internet: Selvaggia Lucarelli

Mister Internet: Azael

Miglior Polemica: Enrico Mentana vs. Twitter

Miglior Rivelazione: Pinuccio

Miglior App Italiana: Musixmatch

Miglior Web Agency italiana: Hagakure

Miglior sito Educational: Cicap

Miglior Battuta: Marco guernyesterday

Miglior sito Cinematografico: I 400 calci

Miglior disegnatore vignettista: Makkox

Miglior sito televisivo: ItalianSubs

Miglior sito musicale: Bastonate

Miglior sito letterario: L’apprendista libraio

Miglior sito fashion: Vogue

Miglior sito di economia: Il Sole 24 Ore

Miglior sito per genitori e bambini: Ma Che Davvero?

Miglior sito politico d’opinione: La Z di Zoro

Miglior radio podcast: Radio Deejay

Miglior pagina Facebook: Feudalesimo e libertà

Cattivo più temibile: LVIX (@americanluiz)

Peggior flop: Fare – per fermare il declino

Miglior fake: casaleggio

Premio alla carriera: Stefano Quintarelli

Miglior sito tecnico divulgativo: Il Disinformatico 

 

I votanti sono stati 68.554 e oltre un milione i singoli voti (fonte: Ansa.it).

Anche per questi premi ci interessa sapere cosa ne pensate, raccontatecelo tra i commenti.

 

About Franz Russo

Consulente web e social media, content manager e blogger. Nel 2008 apro questo blog per osservare come la comunicazione stia cambiando con i social media

Leggi anche

referendum costituzionale social media franzrusso it 2016

Social Media e Referendum, il No prevale ma il Sì recupera

La seconda, e ultima, parte dell'analisi di Blogmeter su come gli utenti social media hanno vissuto la campagna referendaria per il Referendum Costituzionale del prossimo 4 dicembre, evidenzia che il No prevale ancora ma il Sì in queste ultime settimane ha recuperato e ha accorciato le distanze.

Condividi la tua opinione

Lascia un commento

Send this to friend