web analytics
Audiweb Maggio 2011, aumentano gli italiani online
Home | Events & Web Marketing | Audiweb Maggio 2011, aumentano gli italiani online
Anche questo mese pubblichiamo i dati Audiweb relativi al mese di Maggio 2011. Rispetto al mese precedente c'è da registrare una crescita degli italiani online nel mese e anche nel giorno medio che oggi sono 13, 2 milioni, con una crescita complessiva rispetto al 2010 del 12,8%

Audiweb Maggio 2011, aumentano gli italiani online

Franz Russo

Consulente web e social media, content manager e blogger. Nel 2008 apro questo blog per osservare come la comunicazione stia cambiando con i social media

Anche questo mese pubblichiamo i dati Audiweb relativi al mese di Maggio 2011. Rispetto al mese precedente c’è da registrare una crescita degli italiani online nel mese e anche nel giorno medio che oggi sono 13, 2 milioni, con una crescita complessiva rispetto al 2010 del 12,8%

Audiweb Nielsen LogoAudiweb pubblica i dati di audience online del mese di maggio 2011 distribuendo il nastro di pianificazione, Audiweb Database, che presenta la stima dell’utilizzo effettivo di internet da parte degli Italiani dai 2 anni in su che si collegano attraverso un computer da casa, ufficio o altri luoghi. Nel mese di maggio 2011 sono 26,8 milioni gli utenti attivi che si sono collegati a internet almeno una volta tramite computer, con un incremento del 12,4% su base annua. L’audience online nel giorno medio registra un incremento del 12,8% rispetto all’anno precedente, con 13,2 milioni di utenti attivi che hanno trascorso in media 1 ora e 17 minuti al giorno, consultando 155 pagine per persona.

La popolazione più attiva online nel giorno medio è rappresentata dai giovani tra i 18 e i 24 anni (il 10,5% degli utenti attivi nel giorno medio, 1,4 milioni) che trascorrono in media 1 ora e 30 minuti online, con 199 pagine viste per persona. Nel giorno medio è online il 27% degli uomini (7,4 milioni, +11,8% rispetto al 2010), principalmente di età compresa tra i 35 e i 54 anni (3,4 milioni, il 37,6% degli uomini di questa fascia) e tra i 25 e i 34 anni (1,3 milioni, il 33,5% di questa fascia). Le donne online nel giorno medio sono 5,8 milioni, il 21,2% della popolazione di riferimento (+14,1% rispetto al 2010). Più in dettaglio, il 46,3% delle donne online è tra i 35 e i 54 anni (2,7 milioni, ovvero il 28,9% delle donne di questa fascia d’età) e, a seguire, il 23,9% è tra i 25 e i 34 anni (1,4 milioni, il 36% delle donne di questa fascia d’età).

Per quanto riguarda la provenienza geografica degli utenti attivi in questo mese, il 31,1% dei casi è dell’area Sud e Isole, il 30,1% dell’area Nord Ovest, il 17,4% del Centro e il 16,3% del Nord Est.

*Legenda
Utenti attivi nel giorno medio (Reach Daily) = fruitori per almeno un secondo del mezzo (Brand/Channel) nel giorno medio del periodo selezionato.
Utenti attivi (Reach)
= fruitori per almeno un secondo del mezzo nell’intero periodo di durata della rilevazione.
Connessi: individui +2 che hanno accesso potenziale a Internet.
Popolazione: individui + 2 anni (per quanto riguarda gli individui +74 anni, si fa riferimento esclusivamente agli individui che vivono in nuclei familiari dove c’è almeno un componente tra gli 11-74 anni).
Popolazione di riferimento: in alcuni casi viene proposta la proiezione dei dati sulla popolazione di riferimento al fine di dare un’idea della percentuale di concentrazione del fenomeno nel segmento di riferimento.
Ad esempio, tabella “Internet audience – Donne / Fasce d’età”, popolazione di riferimento = totale popolazione femminile +2 anni.

About Franz Russo

Consulente web e social media, content manager e blogger. Nel 2008 apro questo blog per osservare come la comunicazione stia cambiando con i social media

Leggi anche

referendum costituzionale social media franzrusso it 2016

Social Media e Referendum, il No prevale ma il Sì recupera

La seconda, e ultima, parte dell'analisi di Blogmeter su come gli utenti social media hanno vissuto la campagna referendaria per il Referendum Costituzionale del prossimo 4 dicembre, evidenzia che il No prevale ancora ma il Sì in queste ultime settimane ha recuperato e ha accorciato le distanze.

Condividi la tua opinione

Lascia un commento

Send this to friend